<< Torna all'elenco
ingrandisci foto
Soggetto: Padre Marcello Morelli
Data ripresa:
Luogo ripresa: Basilicata, MT, Matera
Collezione/raccolta:

Proprietario: Domenico Notarangelo

    aggiungi profilo utente elimina modifica


SCHEDA F completa - Secondo gli standard catalografici ICCD (MiBACT)

CODICI
ID Scheda 666
TSK - Tipo di scheda F
LIR - Livello di ricerca P
NCT - CODICE UNIVOCO
NCTR - Codice Regione 17
Codice univoco locale
ESC - Ente schedatore MUV Matera
 
LC - LOCALIZZAZIONE
PVC -LOCALIZZAZIONE GEOGRAFICO - AMMINISTRATIVA
PVCR - Regione Basilicata
PVCP - Provincia MT
PVCC - Comune Matera
LDC - COLLOCAZIONE SPECIFICA
LDCN - Denominazione
(collezione/raccolta)
LDCU - Denom. spazio viabilistico
LDCM - Denominazione raccolta Archivio Notarangelo
 
OGT - OGGETTO
OGT - OGGETTO
OGTD - Definizione dell'oggetto positivo
QNTN - QUANTITA'
QNTN - Numero oggetti/elementi
 
SGT - SOGGETTO
SGT - SOGGETTO
SGLT - Titolo soggetto
SGTI - Identificazione Padre Marcello Morelli fu figura preminente della cultura materana. Autore di numerose opere storiche dirisse per molti anni la rivista "I Santi Medici".
SGTD - Identificazione sul soggetto Fra i primi storici che hanno scritto sulla città di Matera si annovera Eustachio Verricelli, vissuto nella seconda metà del Cinquecento. Nacque a Matera da antichissima famiglia ed ebbe laurea in fisica, ma predilesse gli studi storici. Di lui si conosce una “Cronaca de la città di Matera nel Regno di Napoli” scritta nel 1595, e un “Cenno genealogico” della sua famiglia un anno dopo. Altro cronista di storia materana fu Lupo Protospata, nato intorno al 1030 e morto nei primi anni del 1100, vescovo di Ascoli Satriano per 40 anni. Ha lasciato il “Chronicon”, in cui tratta di avvenimenti religiosi e civili, ma anche di dati meteorologici, di ricorrenze astronomiche, terremoti, di vicende da lui direttamente vissute. A quest’opera attinsero quasi tutti gli storici che successero a Lupo Protospata. Bisognerà attendere sei secoli, dopo il Protospata, perché un altro storico scrivesse di Matera. Fu Nicolò Domenico Nelli che visse nel Settecento. Compilò una ricca monografia sulla città, con particolari riferimenti alle vicende politiche e civili. Altri storici locali di epoca posteriore potettero attingere anche alla sua opera. Scrisse una “Cronologia sulla sede materana unita a quella di Acerenza”, e “Ragguagli circa lo scannaggio, la cacciata dei Gesuiti”. Altro scrittore importante fu Francesco Paolo Festa nato a Matera il 13 agosto 1840 e morto il 9 gennaio 1909. Ebbe interessi nel campo della letteratura e della storia, e fu un appassionato anche di fotografia. Lasciò le opere “Notizie storiche della città di Matera” e “Fatti dell’ex seminario”. Scrisse anche poesie in dialetto materano. Di poco posteriore a Festa fu Giuseppe Gattini, considerato lo storico fra i più importanti di Matera. Qui nacque nel 1843 e morì nel 1917. Sedette in Parlamento e al Senato. L’opera più importante che ha lasciato si intitola “Note storiche sulla città di Matera”. Scrittore, polemista, giornalista fu il medico Raffaele Sarra nato il 29 luglio 1861 a Matera ove morì il 14 marzo 1938. Insegnò anche nel liceo Duni di Matera. Scrisse vari volumi sulla storia materana, e di Matera trattò nella polemica col Sereni e altri scrittori a proposito della contesa fra la sua città e Altamura ai tempi della Repubblica Napoletana. E infatti l’opera più importante da lui lasciata è “La rivoluzione repubblicana del 1799 in Basilicata”. Scrisse anche “La rivoluzione degli anni 1647-48 in Basilicata” e “La Civita ed i Sassi di Matera”. Coevo di Sarra fu lo scrittore di storia patria Marcello Morelli, uomo di chiesa nato a Matera il 7 novembre 1886 e qui morto il 6 giugno 1972. Lasciò una “Storia di Matera”, ma fu autore anche di poesie. Fra i più recenti storici materani spicca fra tutti Mauro Padula, autore di numerosissime opere riferite alle vicende della città, ai suoi monumenti, alle tradizioni e consuetudini. Gli fu valida collaboratrice la consorte Camilla Motta che firmò col marito numerose pubblicazioni. Scrittore di storia dell’ultima generazione è Raffaele Giura Longo.
 
DESCRIZIONE
MIS - Misure
MISU - Unità
MISA - Altezza
MISL - Larghezza
MISD - Diametro
MISS - Spessore
 
LR - LUOGO E DATA DELLA RIPRESA
LRC - LOCALIZZAZIONE
LRCR - Regione Basilicata
LRCP - Provincia MT
LRCC - Comune Matera
Indirizzo civico
Vedi l'ubicazione su GoogleMap

Google Map

 
DT - CRONOLOGIA
DTZ - CRONOLOGIA GENERICA
DTZG - Secolo
CRONOLOGIA SPECIFICA
DTSI - Da
DTSF - A
MOTIVAZIONE CRONOLOGIA
Motivazione
Specifiche
 
DEFINIZIONE CULTURALE
AUF - AUTORE DELLA FOTOGRAFIA
AUFN - Autore personale Anonimo
Motivo attribuzione
Sigla per citazione
 
DATI TECNICI
Indicazione di colore BN
MTC - MATERIA E TECNICA
MTC - Materia e tecnica Basilicata
 
CONSERVAZIONE
STC - STATO DI CONSERVAZIONE
STCC - Stato di conservazione discreto
 
CONDIZIONE GIURIDICA E VINCOLI
CONDIZIONE GIURIDICA
Indicazione generica
Proprietario Domenico Notarangelo
Indirizzo
 
FONTI E DOCUMENTI DI RIFERIMENTO
GESTIONE IMMAGINI
Tipo hard disk
Identificazione di volume
Posizione
 
Tags
    aggiungi profilo utente elimina modifica

Attenzione: Vuoi segnalare un'inesattezza, un abuso o una foto duplicata? CLICCA QUI
Vuoi una versione ad alta qualità di questo file o organizzare una mostra su pannelli in forex? Contattaci

 

 

 

 

 

Home | Link | Disclaimer Foto | Dicono di noi | Statuto | Area stampa | Admin | Statistiche | Crediti | Sostieni il MUV | Contatti | gruppo facebook
© Associazione Museo della memoria collettiva di Matera - MUV Matera - codice fiscale: 93054310771 - Via Casalnuovo, 239 Matera
IBAN: IT25 Z076 0116 1000 0101 8256 980 - www.muvmatera.it - Sito realizzato da Artedat
a
 

 

 

Bookmark and Share